Brevi considerazioni a proposito di alcune critiche all’articolo “Guerra in Ucraina, il dibattito in campo anarchico”

Scarica l’articolo in PDF

Immaginavamo che il nostro articolo Guerra in Ucraina, il dibattito in campo anarchico potesse generare alcune critiche, proprio perché ormai si tende ad abituarsi a quell’approccio che nel corso di un dibattito tende a dividere il campo in schieramenti contrapposti, ogni qual volta compare una questione che sembra od è divisiva.
Schierarsi da una parte o dall’altra, oggi nella discussione sulla guerra così come già accaduto in materia di pandemia e virus, diventa così non solo una opzione ma una pretesa che si esige per iniziare un qualsiasi dibattito.

Si vorrebbe oltretutto lo facessero tutti, perché chi non si schiera in maniera netta, senza riserve, nel dibattito in corso, ma si colloca in una posizione percepita come intermedia che solleva problemi, dubbi, critiche ed analisi, finisce sempre per generare dell’irrequietezza, dell’incertezza, addirittura dell’antipatia. Quando non si è più sicurx delle proprie certezze, invece di riflettere può sembrare più semplice sotterrare i problemi e criticare chi li ha sollevati, senza portare nemmeno sufficienti armi per sostenere le proprie ragioni. Non vi è bisogno di farlo poiché basta affermare: se non sei con quelli allora sei con gli altri, e viceversa.
Comunque, aldilà di chi ragiona in questo modo, a volte arrivano invece anche critiche che, a prescindere dal loro valore, offrono motivo di approfondire il tema.
Ne diamo conto.

Continua a leggere Brevi considerazioni a proposito di alcune critiche all’articolo “Guerra in Ucraina, il dibattito in campo anarchico”

LE IDEE NON SI SGOMBERANO Ricordiamo il MaceriA Occupato a 10 anni dallo sgombero

Scarica il documento:
PDF Le idee non si sgomberano ricordiamo il MaceriA Occupato

Il 23 novembre del 2012 fu occupato a Forlì, in via Maceri n.22, in pieno centro storico, il “MaceriA Occupato”, un enorme stabile pubblico di tre piani con ampi stanzoni e appartamenti, di proprietà del Comune, lasciato per anni in stato di abbandono dall’amministrazione.

Durerà fino al giorno 8 gennaio 2013, quando le forze dello Stato, intervenute massicciamente anche da Padova e da Bologna, militarizzando l’intero quartiere popolare dove sorgeva, ripresero possesso dello stabile, murandolo e rendendolo di nuovo inutilizzabile. 

Continua a leggere LE IDEE NON SI SGOMBERANO Ricordiamo il MaceriA Occupato a 10 anni dallo sgombero

Guerra in Ucraina, il dibattito in campo anarchico

SCARICA IL TESTO IN PDF:
Guerra in Ucraina, il dibattito in campo anarchico

Quando Vladimir Putin ha sferrato l’attacco russo all’Ucraina, il 24 febbraio 2022, probabilmente pensava di vincere nel giro di poche settimane, con l’obiettivo nemmeno troppo segreto di attuare un cambio di regime, insediando al posto di Zelensky un governo fantoccio con cui riallacciare i rapporti politici e commerciali tra i due paesi, troncati a partire dal 2014 con la fine del governo di Viktor Janukovyc.

La guerra in Ucraina è invece ad oggi, a fine dicembre 2022, purtroppo ben lontana dal terminare, con innumerevoli morti tra la popolazione civile e la distruzione di interi quartieri residenziali come tragico risultato.

Continua a leggere Guerra in Ucraina, il dibattito in campo anarchico

Guerra alla Guerra!

La scellerata aggressione militare di Putin in Ucraina, cominciata il 24 febbraio 2022, ha esasperato un conflitto che va avanti dal 2014, con gli scontri in Donbass e 14.000 morti da ambo le parti. Dopo le tante guerre che hanno insanguinato luoghi lontani, per mano anche degli eserciti di casa nostra, questa volta, come fu nel 1999 con i bombardamenti NATO (e italiani) nell’ex Jugoslavia, accade nel cuore dell’Europa. Inutile spendere troppe parole, scomodando la geopolitica, parlando delle provocazioni e dell’allargamento della NATO nell’est Europa o del retaggio imperiale di Putin, nostalgico dello zarismo e desideroso di recuperare la sfera di influenza russa nell’area ex sovietica. Tutte cose senz’altro vere.

Continua a leggere Guerra alla Guerra!

Il ritorno di John Brown: i traditori della razza bianca nella sollevazione del 2020

Il seguente testo si occupa del rapporto tra proletari neri e proletari bianchi nella sollevazione e nelle ribellioni di strada nate dall’assassinio di stato di George Floyd.
Il testo è comparso ad inizio settembre 2020 sul blog Ill Will il 4 settembre, tradotto in italiano dal sito pungolorosso.wordpress.com e dal blog Noi non abbiamo patria.

Continua a leggere Il ritorno di John Brown: i traditori della razza bianca nella sollevazione del 2020